Misure elettriche

Rischio Elettrico e Analisi Arc Flash

Misure della resistenza e delle correnti di inserzione

GT Engineering realizza Analisi del Rischio Elettrico in linea a quanto richiesto dall'Articolo 80 del Decreto Legislativo 81/08. Oltre al rischio di contatti diretti e indiretti da parte di manutentori e operatori, consideriamo il rischio di Arco Elettrico (Arc Flash) seguendo la metodologia dell'NFPA 70E e l'algoritmo della IEEE 1584.

 

Approfondimenti
PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI: IPXXB o IP2X?
EN 60204-1 ed EN 61439-1
EN 60204-1: Impedenza dell'Anello di Guasto
IL DUBBIO Spesso sulle norme elettriche leggiamo che i quadri e/o i dispositivi elettrici in generale devono garantire un grado di protezione contro l’accesso a parti pericolose (pericolo contatti diretti) pari almeno a IPXXB o IP2X in accordo con la IEC 60529. Ma cosa significano nello specifico questi codici, e quali differenze esistono tra il grado di protezione IPXXB e il grado IP2X? CONSIDERAZIONI   Partiamo dall’analisi della struttura del codice IP. Il codice del grado di protezione è formato dalle seguenti parti:  -    Lettera caratteristica (Protezione internazionale) IP -    Prima cifra significativa (cifra da 0 a 6, o lettera X) -    Seconda cifra significativa (cifra da 0 a 8, o lettera X) -    Lettera addizionale (opzionale) (lettera A, B, C, D) -    Lettera supplementare (opzionale) (lettere (H, M, S, W)
Le verifiche e le prove richieste dalla EN 60204-1 o dalla EN 61439-1, sono obbligatorie per la marcatura CE dei quadri elettrici e dell'equipaggiamento elettrico delle macchine. Entrambe le Norme sono armonizzate alla Direttiva Bassa Tensione. EN 60204-1: Sicurezza del macchinario - Equipaggiamento elettrico delle macchine. Parte 1: Regole generali. EN 61439-1: Apparecchiature assiemate di protezione e di manovra per bassa tensione (quadri BT). Parte 1: Regole generali. La Norma EN 60204-1 è la norma specifica dei quadri bordo macchina. Si “preoccupa” della protezione delle persone dai contatti Diretti e Indiretti come pure di realizzare un sistema di comando sicuro. Le due misure obbligatorie al fine della Marcatura CE sono: Prova di continuità Misura dell’impedenza dell’Anello di Guasto Tali prove vengono eseguite sulle utenze in campo. La Norma EN 61439-1 è la norma madre di tutti i quadri elettrici e rispetto alla EN 60204-1, più improntata sui “quadri di Automazion
Al Paragrafo 18.2 della norma EN 60204-1 "Verifica delle condizioni per la protezione mediante interruzione automatica dell'alimentazione", sono descritte due prove da eseguire sull'impianto: Prova 1- Verifica della continuità del circuito equipotenziale di protezione; Prova 2 - Verifica dell’impedenza dell’anello di guasto e idoneità del corrispondente dispositivo di protezione contro le sovracorrenti. Le condizioni per la protezione mediante interruzione automatica dell’alimentazione, devono essere verificate attraverso gli elementi seguenti: 1) verifica dell’impedenza dell’anello di guasto tramite: calcolo, oppure misura 2) conferma che la regolazione e le caratteristiche del corrispondente dispositivo di protezione contro le sovracorrenti siano compatibili con i valori misurati/calcolati dell'impedenza dell'anello di guasto. Nei sistemi TN la Prova 2, se eseguita tramite misura, è sempre preceduta dalla Prova 1.