Formazione

Formazione
Formazione / Valutazione e Riduzione del Rischio: EN ISO 12100 e norme armonizzate Direttiva Macchine

Valutazione e Riduzione del Rischio nei Macchinari

DESTINATARI: dipartimento meccanico di costruttori di macchinari

SCOPO: L'obiettivo del corso è la conoscenza delle principali norme “meccaniche” o EN ISO, di riduzione del rischio, armonizzate alla Direttiva Macchine. La partecipazione ai gruppi di lavoro internazionali di alcune delle principali norme armonizzate consente, a GT Engineering, di presentare non solo una conoscenza puntuale della normativa attuale ma anche di informare su quali sono le direzioni nelle quali la stessa si sta evolvendo.

CONTENUTO: La serie di norme per la sicurezze delle macchine escogita e propone modi per eliminare o minimizzare i rischi dei potenziali pericoli associati alle diverse attività. Ciò può essere ottenuto mediante una progettazione appropriata della macchina o limitando l'accesso del personale o di altre persone alle zone di pericolo e mediante l'elaborazione di procedure di lavoro per ridurre al minimo l'esposizione del personale a situazioni pericolose. Questi standard riconoscono che il rischio zero non esiste e non può essere raggiunto. Tuttavia, un buon approccio alla valutazione e alla riduzione del rischio permette di raggiungere un livello di rischio accettabile.

EN ISO 12100 è lo standard di riferimento per la valutazione del rischio e la riduzione dei rischi delle macchine. La conoscenza di questo standard è fondamentale per rendere le macchine e le installazioni sicure. È anche importante per la preparazione del fascicolo tecnico richiesto dalla Direttiva Macchine.

Le principale Normative Tecniche trattate sono le seguenti:

  • Introduzione generale alla normativa tecnica armonizzata ed al suo ruolo nella presunzione di conformità alla Direttiva Macchine. Le Norme di tipo A, B e C.
  • EN ISO 12100: Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e riduzione del rischio. Dettaglio di come va fatta un’analisi del rischio (Schede di Rischio).
  • EN ISO 10218-1 e -2: Robot e attrezzature per robot - Requisiti di sicurezza per robot industriali. Evoluzioni future. La nuova edizione sarà pubblicata nel 2021; vi daremo indicazioni di come la norma cambierà, essendo GT Engineering parte del gruppo di lavoro internazionale.
  • EN ISO 11161: Sistemi di fabbricazione integrati - Requisiti di base. La nuova edizione sarà pubblicata verso la fine del 2020; vi daremo indicazioni di come la norma cambierà, essendo GT Engineering parte del gruppo di lavoro internazionale.
  • EN ISO 13857: Distanze di sicurezza per impedire il raggiungimento di zone pericolose con gli arti superiori e inferiori.
  • EN ISO 14122. Mezzi di accesso permanenti al macchinario.
  • EN ISO 14120: Ripari - Requisiti generali per la progettazione e la costruzione di ripari fissi e mobili.
  • EN ISO 13854: Spazi minimi per evitare lo schiacciamento di parti del corpo
  • EN ISO 14119: Dispositivi di interblocco associati ai ripari - Principi di progettazione e di scelta. Evoluzioni future. La nuova edizione sarà pubblicata verso la fine del 2020; vi daremo indicazioni di come la norma cambierà, essendo GT Engineering parte del gruppo di lavoro internazionale.
  • EN ISO 4414: Pneumatica - Regole generali e requisiti di sicurezza per i sistemi e i loro componenti.
  • Principali Norme per la sicurezza dei nastri.
  • EN 415-10: Sicurezza delle macchine da imballaggio. Parte 10: requisiti generali
  • EN ISO 13855: Posizionamento dei mezzi di protezione in funzione delle velocità di avvicinamento di parti del corpo umano
  • EN ISO 13850: L’arresto d’Emergenza
  • EN ISO 14118: Prevenzione dell’avviamento inatteso

DURATA: 16 ore

GT Engineering è membro ISO TC 199, comitato tecnico internazionale che si occupa dello sviluppo delle norme di tipo A (ISO 12100) e B armonizzate alla Direttiva Macchine, tra cui la ISO 14119 e ISO 13849-1, entrambe in fase di revisione.

GT Engineering è anche membro del ISO TC 299, che si occupa della revisione delle norme sui sistemi robotizzati ISO 10218-1 e -2.

La società è anche membro dei comitati tecnici ANSI (American National Standards Institute) B11.0 e B11.26, la prima tratta della metodologia di analisi del rischio è la seconda di riduzione del rischio. Entrambe le norme sono in fase di revisione e saranno pubblicate entro fine 2020.