Canadian Electrical Code

Canadian Electrical Code

Direttiva Macchine e Quadri Elettrici in Canada

Canadian Electrical Code

Il CE Code, o Canadian Electrical Code I Parte, o CSA C22.1 è la norma elettrica di riferimento in Canada per l'installazione elettrica degli impianti fissi (l'equivalente della nostra CEI 64-8). Da questo standard vengono poi derivati gli standard elettrici di ogni Provincia.
Ha un ciclo di rinnovo di tre anni e l'ultima edizione è stata pubblicata a Marzo 2018. Esce un anno dopo il NEC Americano (ultima edizione 2017), o come preferiscono dire in Canada, "due anni prima". La sua adozione non sarà immediata; per esempio in Ontario il nuovo CE Code entrerà in vigore solo nel corso del 2019. Nello Yukon, sarà invece adottato da subito.
Sebbene vi siano altre normative per i quadri elettrici di macchinari, il CE Code è importante per poter dimensionare il bordo macchina, specialmente in caso di macchinari di una certa dimensione e potenza.


In generale il Canadian Electrical Code in generale è strutturato in cinque parti:

  • La Parte I tratta l'installazione e la manutenzione dell'equipaggiamento elettrico (CE Code);
  • La Parte II comprende gli standard di sicurezza per le apparecchiature elettriche;
  • La Parte III regolamenta il cablaggio esterno;
  • La Parte IV è la normativa elettrica industriale per obiettivi;
  • La Parte VI è la normativa ispettiva per le abitazioni residenziali.

La parte più importante per il dimensionamento delle vie cavi di un macchinario è la Prima.

Direttiva Macchine e Quadri Elettrici in Canada

Tra le novità introdotte nell'edizione del 2015 vi è stata quella delle targhe di avvertimento da mettere sui quadri elettrici. Una nuova regola è stata introdotta nella Sezione 2.
Il CE Code richiede che vi siano determinate targhe di avvertimento, scritte nella lingua imposta dalle autorità locali aventi giurisdizione. In generale in Canada vige la regola che le indicazioni da apporre sui quadri riguardanti la sicurezza, siano in doppia lingua 

Esempi di targhe di avvertimento sono le targhe relative all'arco elettrico, richieste dalla Regola 2-306 e le targhe di pericolo di alta tensione, richieste dalla Regola 36-006.

Uno dei cambianti più rilevanti nell'edizione 2018 è un ulteriore allineamento con la Norma IEC 60079, specialmente in termini di equipaggiamento conforme alle diverse zone classificate. La Tabella 18 è stata aggiunta ed è derivata dalle norme IEC 60079.

Un altro aggiornamento nell'edizione 2018 è la nuova definizione di cavi e conduttori. A tal proposito si veda l'articolo dedicato sul nostro sito.

Nella nuova edizione del CE Code, la Regola 2-100 ha subito due modifiche:

1. L'aggiunta ai requisiti di marcatura dell'equipaggiamento del short-circuit current rating o del withstand rating.

2. L'aggiunta di una nuova Sotto-Regola (4), la quale dice: 

“(4) Where the maximum continuous load allowed on a fused switch or circuit breaker as determined in accordance with Rule 8-104 (5) and (6) is less than the continuous operating marking of the fused switch or circuit breaker, a permanent, legible caution marking shall be field applied adjacent to the fused switch or circuit breaker nameplate to indicate the maximum continuous loading permitted for connection to the fused switch or circuit breaker.”  There are many installations where it is difficult to confirm the size of the installed conductors without a system shutdown; this new field marking is intended to provide clear notification of the limited loading capabilities for the installation.

Se, dopo aver letto questo articolo 3 volte, non doveste ancora averne compreso il significato, contattateci. Vi potremmo aiutare nella parte elettrica dei macchinari che avete intenzione di realizzare per il mercato canadese.

 

Sicurezza nella robotica collaborativa

Non esiste un "robot collaborativo". Questa è una delle prime dichiarazioni di chi lavora nella robotica collaborativa. Il motivo è che un robot può essere progettato per un compito collaborativo, ma è l'applicazione che rende il "robot collaborativo". Lo standard di riferimento per l'applicazione collaborativa è ISO / TS 15066: 2016 - ROBOT E DISPOSITIVI ROBOTICI - ROBOT COLLABORATIVI Lo standard sarà incluso nella nuova edizione di 2 importanti standard sui robot: ISO 10218-1: Robotica - Requisiti di sicurezza per i sistemi robotizzati in ambiente industriale - Robot ISO 10218-2: R