ANSI B11.19: Mezzi per la riduzione del rischio

ANSI B11.19: Mezzi per la riduzione del rischio

Requisiti di performance per le misure di riduzione del rischio: protezioni e altri mezzi per la riduzione del rischio

ANSI B11.19: Mezzi per la riduzione del rischio

La Norma ANSI B11.19 descrive la metodologia per la riduzione del rischio nei macchinari.

Anche in USA il punto di partenza è sempre l'analisi del rischio la cui metodologia è descritta nello standard B11.0. Quindi, per ogni rischio identificato, è possibile utilizzare la norma B11.19 per ridurlo.

L'obiettivo della norma ANSI B11.19 è “stabilire i requisiti per la progettazione, la costruzione, l'installazione, il funzionamento e la manutenzione delle misure di riduzione del rischio utilizzate per eliminare o controllare i rischi per gli individui associati alle macchine”.  Quali:

  • Misure integrate nella progettazione;
  • Protezioni di sicurezza: (ripari, barriere, dispositivi di sicurezza etc.);
  • Procedure per la gestione del rischio residuo.

Vengono inoltre stabilite le responsabilità per il fornitore e l’utilizzatore, i quali devono identificare i pericoli e ridurre i rischi utilizzando misure di riduzione del rischio necessarie per raggiungere un ambiente di lavoro sicuro.

ANSI B11.19 si usa quindi in combinazione con lo standard B11.0. Se la valutazione del rischio viene effettuata come descritto da ANSI B11.0 e la riduzione del rischio è conforme ai requisiti delle norme di tipo C e ANSI B11.19, il macchinario avrà un livello di rischio accettabile. 

Applicazione

ANSI B11.19  riduzione del rischio

Il processo di riduzione del rischio previsto dalla norma è illustrato in figura.

Se i pericoli non possono essere eliminati, devono essere utilizzati ripari, dispositivi e metodi di protezione.

Se queste opzioni non sono sufficienti, dovrebbero essere utilizzate procedure di lavoro sicure, attrezzature complementari o formazione e manutenzione (nell'ordine indicato).

Ad ogni modo va riconosciuto che i fattori di rischio non possono essere ridotti a zero, ma se correttamente applicato nell'ordine, il processo illustrato, consente di diminuire il livello di rischio residuo fino a raggiungere l’obiettivo di un livello di rischio accettabile. Durante tutta la valutazione è importante che il team si assicuri che non vengano introdotti nuovi rischi. 

Si specifica che ANSI B11.19 non fornisce i requisiti per la selezione delle misure di riduzione del rischio, ma solo l'attuazione della misura una volta scelta. Nessuna gerarchia, nessun livello di riduzione del rischio o qualsiasi relazione tra le opzioni di misurazione della riduzione del rischio sono implicite all'interno dello standard.

Sicurezza nella robotica collaborativa

Non esiste un "robot collaborativo". Questa è una delle prime dichiarazioni di chi lavora nella robotica collaborativa. Il motivo è che un robot può essere progettato per un compito collaborativo, ma è l'applicazione che rende il "robot collaborativo". Lo standard di riferimento per l'applicazione collaborativa è ISO / TS 15066: 2016 - ROBOT E DISPOSITIVI ROBOTICI - ROBOT COLLABORATIVI Lo standard sarà incluso nella nuova edizione di 2 importanti standard sui robot: ISO 10218-1: Robotica - Requisiti di sicurezza per i sistemi robotizzati in ambiente industriale - Robot ISO 10218-2: R