Direttiva ATEX 99/92/CE e Rischi di Esplosione

Direttiva ATEX 99/92/CE e Rischi di Esplosione

Le prescrizioni minime per la salute e la sicurezza dei lavoratori

Direttiva ATEX 99/92/CE e Rischi di Esplosione

Il D.Lgs 81/08 Art.290 sulla valutazione dei rischi di esplosione, stabilisce che:

Nell'assolvere agli obblighi stabiliti dall'articolo 17, comma 1, il datore di lavoro valuta i rischi specifici derivanti da atmosfere esplosive, tenendo conto almeno dei seguenti elementi:

a) probabilità e durata della presenza di atmosfere esplosive;

b) probabilità che le fonti di accensione, comprese le scariche elettrostatiche, siano presenti e divengano attive ed efficaci;

c) caratteristiche dell'impianto, sostanze utilizzate, processi e loro possibili interazioni;

d) entità degli effetti prevedibili;

Lo scopo della Direttiva 99/92/CE è quello di fornire le prescrizioni minime per il miglioramento della tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori che possono essere esposti al rischio di atmosfere esplosive. 

Valutazione del rischio di esplosione

Direttiva ATEX 99/92/CE

Al fine di gestire il pericolo di esplosione, bisogna eseguire un'analisi del rischio volta a permettere di adottare le adeguate misure di sicurezza. I passaggi da svolgere sono i seguenti:

  • Identificazione dei pericoli
  • Classificazione in zone (dette zone ATEX)
  • Individuazione fonti di innesco
  • Entità degli effetti prevedibili
  • Misure di sicurezza (prevenzione, protezione, misure organizzativo-gestionali)
  • Valutazione Rischio e programma misure di sicurezza

Sugli accessi alle aree di lavoro in cui sono presenti atmosfere potenzialmente esplosive, si appone il cartello mostrato in figura.