UL 508A: Industrial Control Panels

UL 508A: Industrial Control Panels

Standard for Industrial Control Panels

Industrial Control Panels: UL 508A

La UL 508A è la norma di prodotto per gli Industrial Control Panels negli Stati Uniti. Essa, partendo dalle basi della sicurezza elettrica dettate dal NEC, dà le prescrizioni per la progettazione dei quadri bordo macchina.

Mentre l'NFPA 79 fornisce le prescrizioni per il Bordo Macchina, l'UL508A si concentra sui criteri di costruzione del quadro.

In Europa, le norme di riferimento sono invece la EN 61439 per i quadri di distribuzione e per il bordo machina, la EN 60204-1.

Il 24 Aprile 2018 è stata pubblicata la 3° edizione della Norma UL 508A: UL 508A Ed. 3 è stata redatta e approvata come Standard ANSI. Questo è un riconoscimento importante per uno standard tecnico americano dato che indica che è stato sviluppato attraverso un processo "open and fair", dove i membri hanno potuto lavorare in piena libertà di espressione e senza mettere davanti gli interessi della propria società. 

Il 6 Agosto 2020 è stata pubblicata una versione aggiornata della Norma UL 508 A, la quale presenta alcune modifiche elencate e spiegate brevemente di seguito:

  • Riferimenti alla Tabella 28.1 e/o 38.1; 41.1, 42.3.1: nella Sezione 41.1 e 42.3.1 i riferimenti alla Tabella 28.1 e alla Tabella 38.1 sono stati corretti.

 

  • Stop d'Emergenza in quadri standard: benché alcuni quadri non siano Quadri Industriali d'Automazione, ma bensì quadri di altro tipo, si crede comunque che essi debbano seguire le norme presenti nella sezione dedicata ai  Quadri Industriali d'Automazione, solo perché essi sono dotati di uno Stop d'Emergenza. La questione ha generato molta confusione. A tal proposito è stato aggiunto il requisito f):

f) Un dispositivo di Stop d'Emergenza, costituito da un attuatore (che fornisce mezzi di bloccaggio a ritenuta meccanica) e da uno o più blocchetti di contatto, e da un'unità di arresto di emergenza (che riceve gli ingressi da più dispositivi di arresto di emergenza) deve essere conforme ai requisiti presenti nello Standard for Low-voltage Switchgear and Controlgear – Part 5-5: Control Circuit Devices and Switching Elements – Electrical Emergency Stop Device with Mechanical Latching Function, UL 60947-5-5.

 

  • Aggiornamento dei requisiti per 1000 V: la UL 508 A permette l'utilizzo pannelli di controllo industriali con tensione nominale fino a 1000 V; tuttavia, nessun altro requisito presente nella UL 508A, per esempio le distanze tra i componenti elettrici, le protezioni per sovraccarico, etc., è stato corretto e aggiornato per potersi riferire a sistemi con tensioni nominali fino a 1000 V. A tal proposito, 10.2, la Tabella 10.2, 31.4.1 (a), 50.1, 66.6.1, 75.6.2, 78.1, 98.3.1, la Tabella SB4.1 sono stati aggiornati per soddisfare i requisiti necessari per 1000 V. Inoltre è stata aggiunta la nuova Tabella 10.1 A "Minimum required spacings in branch circuits rated 601 - 1000 V" .

 

  • Rivisti i requisiti di spaziatura applicabili alle prese, alle spine di fissaggio e agli ingressi: alcuni dispositivi come prese e spine UL Listed, le prese e le spine di fissaggio certificate secondo UL498 e gli assemblaggi di cavi certificati secondo UL 2237 e UL 2238 sono valutati idonei secondo requisiti di spaziatura più piccoli rispetto a quelli previsti dalle tabelle 10.1 e 10.2 per i Quadri Industriali d'Automazione. Questo porta a delle problematiche nel soddisfare le distanze UL508 A tra le parti sotto tensione e la parte metallica messa a terra, come quando questi dispositivi sono montati a contatto con la carcassa del quadro, in quanto questi prodotti non sono progettati per soddisfare le distanze maggiori della UL508 A. A tal proposito, sono state fatte delle revisioni alla 28.2..5 ed è stato aggiunto un nuovo requisito 10.9 per consentire l'impiego dei requisiti di spaziatura della UL 498, UL 2237 e UL 2238 per tutti i dispositivi in questione quando sono installati nei Quadri Industriali d'Automazione:

10.9 Le distanze per connettori, prese, spine di fissaggio, ingressi e gruppi di cavi descritte alle sezioni 28.2.5, 28,6.1, 28.6.6 e 28.7.1, presenti in un circuito di alimentazione, in un circuito derivato o in un circuito di controllo e con una tensione nominale di 600 V o inferiore, devono essere di almeno 3/64 pollici (1,2 mm) per un dispositivo con tensione nominale di 250 V o inferiore, e di almeno 1/8 di pollice (3,2 mm) per un dispositivo con tensione nominale superiore a 250 V, tra le sequenti parti:

a) parti sotto tensione non isolate di polarità opposta;

b) una parte sotto tensione non isolata e una parte metallica non sotto tensione che può darsi che sia messa a terra o esposta al contatto di persone quando il dispositivo è installato come previsto, comprendendo anche la superficie metallica sulla quale il dispositivo è montato nel modo previsto o anche una piastra metallica utilizzata con un "flush receptacle".

 

  • Revisione a 30.1.8 per i sezionatori con fusibile: l'attuale requisito presente in 30.1.8 per i sezionatori con fusibili con correnti nominali maggiori di 600 A si riferisce a 30.1.4, che è un requisito per i salvamotori, invece di fare riferimento alla UL 98 che è inclusa in 30.1.3. Pertanto 30.1.8 è stato rivisto per far riferimento a 30.1.3 invece che a 30.1.4.

 

  • Revisione della definizione di circuito a bassa tensione ad energia limitata: i requisiti presenti al punto 43.1.2 e alla Tabella 43.1 sono stati recentemente rivisti per aumentare la tensione massima in continua a 60 V CC. Tuttavia, le tensioni incluse nella definizione di circuito a bassa tensione ad energia limitata in 2,33 non sono state modificate. Atal proposito, le tensioni presenti al punto 2.33 sono state riviste per essere coerenti con i requisiti della Sezione 43 della UL508 A.

Con la UL 508A si trattano solo i quadri elettrici di automazione bordo macchina (Industrial Control Panels), in cui sono presenti i PLC; mentre per i quadri di distribuzione (Switchboards), in cui sono presenti sistemi a sbarre, va fatto riferimento alla norma UL 891. 

Qualsiasi componente, affinché possa essere impiegato in un “Industrial Control Panel” deve essere approvato UL (“listed” o “recognised”).

Questo non è però sufficiente affinchè il quadro sia conforme alla UL 508A. Il dimensionamento delle partenze motore e dell'interruttore generale hanno regole diverse da quelle presenti nella EN 60204-1. I principali problemi che si possono incontrare riguardo l’approvazione dei quadri di controllo in USA sono:
•    Interruttori non idonei alle norme UL o applicati in modo scorretto. Oltre che al dimensionamento, infatti, bisogna fare molta attenzione nell’impiego degli interruttori i quali, in base alla loro certificazione (UL1077, UL489, ecc.), devono avere applicazioni ben precise all’interno del quadro.
•    Non-conformità nelle distanze elettriche tra cavi, dispositivi, ecc.
•    Targa del quadro assente o con indicazioni incomplete sulle caratteristiche del quadro.
 

Sicurezza nella robotica collaborativa

Non esiste un "robot collaborativo". Questa è una delle prime dichiarazioni di chi lavora nella robotica collaborativa. Il motivo è che un robot può essere progettato per un compito collaborativo, ma è l'applicazione che rende il "robot collaborativo". Lo standard di riferimento per l'applicazione collaborativa è ISO / TS 15066: 2016 - ROBOT E DISPOSITIVI ROBOTICI - ROBOT COLLABORATIVI Lo standard sarà incluso nella nuova edizione di 2 importanti standard sui robot: ISO 10218-1: Robotica - Requisiti di sicurezza per i sistemi robotizzati in ambiente industriale - Robot ISO 10218-2: R