IEC 60364-4-41: Protezione dalla Scossa Elettrica

Sistemi TN

Ultima modifica 08/04/2020

Sistemi TN: Introduzione

Nei Sistemi TN il punto neutro del sistema di alimentazione è messo a terra. Negli Stati Uniti e in Canada questo tipo di messa a terra prende il nome di “Solidly Grounded Wye”.

Se un punto neutro non è disponibile o non è accessibile, un conduttore di fase deve essere messo a terra; Questo e ciò che i Nord Americani chiamano Corner grounded Delta; viene raramente utilizzato in Europa.

La messa a terra del Neutro è la prima caratteristica di un Sistema TN. La seconda è che le Masse dell’impianto devono essere collegate tramite un conduttore di protezione al terminale principale di messa a terra dell’impianto che, a sua volta, deve essere collegato al punto di messa a terra del sistema di alimentazione.

In sostanza: il punto neutro è messo a terra e tutte le masse sono collegate direttamente al punto neutro.

La ragione per cui tutte le masse sono collegate al punto neutro è per far sì che si crei l’anello di guasto.

Sistemi TN: come viene garantita la sicurezza

La creazione di un anello di guasto non è abbastanza per proteggere le persone dalla scossa elettrica. La ragione della creazione dell’anello di guasto è per assicurarsi che, in caso di guasto, una corrente di alto valore circoli all’interno dell’anello di guasto.

 

L’alto valore di corrente ha un “compito”: far intervenire (aprire) una protezione del sistema di alimentazione e de-energizzare il circuito prima che il guasto possa essere pericoloso per una persona.

La tabella 41.1 del paragrafo 411.3.2.2 prescrive il massimo tempo di sconnessione.

 

[IEC 60364-4-41] 411.3.2.2 Il massimo tempo di sconnessione della Tabella 41.1 deve essere applicato ad un circuito finale avente una corrente nominale che non superi:

  • 63 A con una o più prese, e
  • 32 A se si alimentano solo apparecchi che utilizzano corrente collegati in modo permanente.

 

50 Vac < U0 ≤ 120 Vac

120 Vac < U0 ≤ 230 Vac

230 Vac < U0 ≤ 400 Vac

UO > 400 Vac

TN

0,8 s

0,4 s

0,2 s

0,1 s

 

Nella CEI 64-8/4: 2012 la prescrizione è la seguente:

[CEI 64-8/4] 413.1.3.4 I tempi massimi di interruzione indicati nella Tab. 41A si applicano ai circuiti terminali protetti con dispositivi di protezione contro le sovracorrenti aventi corrente nominale o regolata che non supera 32 A

In caso si abbia una tensione di sistema di 230 Vac fase-neutro, la ragione per cui viene specificato un tempo di 0,4 secondi è perché 0,4 secondi è il tempo massimo che una persona può essere sottoposta a 92 Vac. Questo valore è la tensione di contatto stabilita dalla norma in un sistema TN che opera a 230/400 Vac.

 

È importante notare che:

 [IEC 60364-4-41] 411.3.2.3 Nei Sistemi TN, un tempo di sconnessione non maggiore di 5 s è permesso per circuiti di distribuzione e per circuiti non trattati nel capitolo 411.3.2.2.

 

I Sistemi TN sono i più comuni sistemi di messa a terra del neutro a bassa tensione presenti in tutto il mondo. In Europa entrambi i Sistemi TN e TT sono permessi. Negli Stati Uniti e in Canada i sistemi TT sono proibiti.

Sicurezza nella robotica collaborativa

Non esiste un "robot collaborativo". Questa è una delle prime dichiarazioni di chi lavora nella robotica collaborativa. Il motivo è che un robot può essere progettato per un compito collaborativo, ma è l'applicazione che rende il "robot collaborativo". Lo standard di riferimento per l'appli