Formazione

Formazione
Formazione / Combustione e riscaldo forni

Combustione e riscaldo forni

DESTINATARI: capi forno, capi turno, responsabili della manutenzione, della produzione e del controllo della qualità di industrie siderurgiche e metallurgiche.

SCOPO: obiettivo del corso è di approfondire la conoscenza dei processi di combustione, con particolare attenzione per i forni industriali di riscaldo, fornendo quindi quelle basi necessarie per trattare con disinvoltura e cognizione di causa i temi inerenti la combustione.

CONTENUTO: la prima parte del corso è caratterizzata da un approccio a livello teorico e molecolare, mantenendo sempre un profilo estremamente semplice e concreto alla portata di tutti, nell’ottica di consentire all’interlocutore di osservare il processo partendo dalle più piccole particelle che, reagendo tra di loro a livello infinitesimale, danno poi origine a quel fenomeno macroscopico di propagazione della fiamma che tutti conosciamo. In questa sezione sono descritti i fondamenti di reazione della chimica di base, il rapporto di combustione, la stechiometria ed infine i principi di formazione dei prodotti di combustione inquinanti quali monossido di carbonio (CO), ossidi di azoto (NOx). I contenuti di questa prima parte consentono di aprire una nuova finestra e di comprendere meglio qualunque fenomeno di combustione, dalla fiamma di una semplice candela di cera fino ai bruciatori “flameless” più sofisticati, osservando il processo da una angolatura  privilegiata.

La seconda parte del corso è dedicata all’interazione tra la reazione di combustione tipica dei bruciatori ed il riscaldo dei forni pertanto sono affrontati i temi specifici di efficienza termica, controllo e regolazione della temperatura e gli effetti del rapporto di combustione all’interno dell’atmosfera del forno con riferimenti ai processi di ossidazione (scaglia superficiale) ed emissioni inquinanti. Viene poi descritto il funzionamento delle diverse tipologie di bruciatori attualmente applicati ai forni di riscaldo quali: bruciatori radianti, bruciatori a fiamma lunga, bruciatori autorecuperativi, rigenerativi e flameless. Il corso si conclude con le principali pratiche operative di accensione in sicurezza, con riferimenti alle norme EN746/2, e con le procedure di gestione ottimale del riscaldo con riferimenti ed esempi concreti riferiti ad impianti esistenti.

L'indice del corso è il seguente:

  • Introduzione/presentazione
  • Concetti di base (gas perfetti e reazioni chimiche)
  • Stechiometria e miscela combustibile (aria-gas)
  • Equilibrio termico e cinetica di reazione
  • Formazione dei NOx e contromisure
  • Concetti di base della fluodinamica di fiamma dei bruciatori
  • Combustione senza fiamma (flameless)
  • Principi di trasferimento di calore nei forni di riscaldo
  • Efficienza di riscaldo e dispersioni di calore dei forni
  • Atmosfera forno, ossidazione e decarburazione nei forni per acciaio
  • Analisi dei prodotti di combustione nei forni di riscaldo
  • Tipologie e funzionamento dei bruciatori per forni
  • Logica di controllo e regolazione della temperatura
  • Principi di accensione del forno e procedure di sicurezza
  • Normative di sicurezza

DURATA: 8 ore

DOCENTE: lavorando nel settore della combustione da circa 25 anni, ha realizzato prove sperimentali di diverse tipologie di bruciatori, da quelli per turbine a gas a quelli per forni industriali. Ha svolto studi ed analisi di combustione dettagliata con il Politecnico di Milano e collabora con il dipartimento di combustione dell’Università di Genova. Ha depositato due brevetti di bruciatori flameless per forni di riscaldo e ha collaborato con importati aziende del settore della progettazione di sistemi di riscaldo industriale per acciaio.