IL RESET È UNA FUNZIONE DI SICUREZZA?

IL RESET È UNA FUNZIONE DI SICUREZZA?

IL DUBBIO:
Il pulsante di RESET in una macchina deve essere gestito da un modulo di sicurezza o può essere uno dei numerosi ingressi del PLC di automazione?
La domanda può essere riscritta in modo più corretto chiedendo se il RESET è una funzione di sicurezza.

CONSIDERAZIONI:

la risposta è che, in diverse applicazioni, il RESET è una funzione di sicurezza e pertanto non può essere fatto attraverso il PLC di automazione. 
Dov'è scritto? È dichiarato in EN ISO 13849-1: 2015.
Il capitolo 5.2 elenca alcune funzioni di sicurezza tipiche, la più importante delle quali è l'arresto di sicurezza (5.2.1).
L'esempio successivo riguarda:
 

5.2.2 Funzione di reset manuale
Quanto segue si applica in aggiunta ai requisiti della tabella 8.
Dopo che un dispositivo di sicurezza ha avviato un comando di arresto, la condizione di arresto deve essere mantenuta fino a quando non sussistono condizioni di sicurezza per il riavvio.
Il ripristino della funzione di sicurezza mediante il ripristino della protezione annulla il comando di arresto.
Se indicato durante la valutazione del rischio, questa cancellazione del comando di arresto deve essere confermata da un'azione manuale separata e deliberata (RESET manuale).

Una situazione in cui la valutazione del rischio può indicare che il ripristino è una funzione di sicurezza è quando esiste un'area protetta con un rischio di accesso al corpo intero.
Un'area robot protetta è un caso tipico.

Per ridurre il rischio, il pulsante di ripristino deve soddisfare alcune condizioni, tra cui:
- Dalla sua posizione, al di fuori dell'area protetta, c'è piena visibilità in cui nessuno è all'interno
- È implementato come una funzione di sicurezza

Il rischio che una persona rimanga intrappolata all'interno dell'area può essere ridotto con altri metodi: ad esempio, con l'uso di chiavi personali l'operatore deve stare con se stesso.
Non è necessario il RESET dell'area di lavoro di una macchina utensile, poiché non vi è il rischio di rimanere intrappolati all'interno dell'area protetta. 
Se il produttore decide di installarlo comunque, può essere gestito come una normale funzione di controllo e quindi il segnale può essere indirizzato al PLC di automazione. In questo caso non è una funzione di sicurezza!

CONCLUSIONE:
Quando si progetta uin quadro bordo macchina, chiedere sempre al collega che ha eseguito la valutazione del rischio se i pulsanti di RESET devono essere indirizzati a un PLC o modulo di sicurezza e non dare mai per scontato che non sia necessario.

Sicurezza nella robotica collaborativa

Non esiste un "robot collaborativo". Questa è una delle prime dichiarazioni di chi lavora nella robotica collaborativa. Il motivo è che un robot può essere progettato per un compito collaborativo, ma è l'applicazione che rende il "robot collaborativo". Lo standard di riferimento per l'applicazione collaborativa è ISO / TS 15066: 2016 - ROBOT E DISPOSITIVI ROBOTICI - ROBOT COLLABORATIVI Lo standard sarà incluso nella nuova edizione di 2 importanti standard sui robot: ISO 10218-1: Robotica - Requisiti di sicurezza per i sistemi robotizzati in ambiente industriale - Robot ISO 10218-2: R