Qual è il colore del cavo del "comune" di un trasformatore?

Qual è il colore del cavo del "comune" di un trasformatore?

Ultima modifica 06/08/2021

IL DUBBIO: La maggior parte di noi sa che è l’azzurro il colore del neutro all’interno dei quadri industriali. Il dubbio è quale sia il colore del “conduttore comune” sul secondario dei trasformatori di potenza e di comando.

 

CONSIDERAZIONI: Per chiarire la questione è importante capire quando un conduttore può essere definito neutro o no.

 

La norma IEC 60455 ci aiuta in questo:

[IEC 60445:2018] 3.8 CONDUTTORE DI NEUTRO: conduttore collegato elettricamente ad un punto neutro e in grado di contribuire alla distribuzione dell’energia elettrica.

La stessa definizione è presente nella IEC 60204-1, Articolo 3.1.42

Da questa definizione ne deriva che il neutro è solamente il conduttore collegato al punto comune di un trasformatore di media/bassa tensione.

A valle di un trasformatore all’interno di un quadro elettrico, il polo comune definito erroneamente "neutro" è ricavato da un capo dell'avvolgimento del trasformatore stesso. Tale conduttore non può essere definito "neutro" poiché non è ricavato dal centro-stella del trasformatore presente in una cabina MT/BT. In questo caso, la sua funzione non è quindi distribuire energia elettrica. Per questo motivo il colore non deve essere azzurro, ma nero se si tratta di un trasformatore di potenza o rosso se si tratta di un trasformatore di controllo.

Conclusione: Il colore dei cavi collegati al "polo comune" di un trasformatore all'interno di un pannello di controllo industriale non deve essere azzurro, ma dello stesso colore dei cavi derivati dal "polo positivo".

Il motivo è che tale conduttore non può essere definito come neutro.

Ricordiamo inoltre che il "polo comune" deve essere messo a terra come indicato nell'immagine seguente.

Sicurezza nella robotica collaborativa

Non esiste un "robot collaborativo". Questa è una delle prime dichiarazioni di chi lavora nella robotica collaborativa. Il motivo è che un robot può essere progettato per un compito collaborativo, ma è l'applicazione che rende il "robot collaborativo". Lo standard di riferimento per l'applicazione collaborativa è ISO / TS 15066: 2016 - ROBOT E DISPOSITIVI ROBOTICI - ROBOT COLLABORATIVI Lo standard sarà incluso nella nuova edizione di 2 importanti standard sui robot: ISO 10218-1: Robotica - Requisiti di sicurezza per i sistemi robotizzati in ambiente industriale - Robot ISO 10218-2: R