EN 60204-1 2018 Equipaggiamento Elettrico delle Macchine

EN 60204-1 2018 Equipaggiamento Elettrico delle Macchine

EN 60204-1 2018 LA NUOVA NORMA PER L'EQUIPAGGIAMENTO MACCHINE

EN 60204-1 2018 Equipaggiamento Elettrico delle Macchine

Il 13 Ottobre 2016 è stata pubblicata da IEC la nuova norma EN 60204-1 sull'equipaggiamento elettrico dei macchinari. La precedente edizione è del 2006.

Da Dicembre 2018 è anche disponibile sul sito del CEI l'edizione Italiano Inglese. 

Tante le novità, tra le quali:

  1. Chiarimenti su come ottenere la conformità alla Direttiva Compatibilità Elettromagnetica 2014/30. Un nuovo Allegato H è stato aggiunto al riguardo: "Misure per ridurre gli effetti delle influenze di origine Elettromagnetica".
  2. Negli ultimi dieci anni gli azionamenti si sono sempre più diffusi nell'automazione industriale. La nuova edizione chiarisce il loro ruolo in tema di Sezionamento e Protezione dai Contatti Indiretti.
  3. Sono stati aggiunti dei chiarimenti riguardanti dove è necessaria una protezione da sovracorrente e la tipologia del dispositivo, come per esempio nel caso di guasti a terra con correnti a componente continua.
  4. Ispirandosi alla normativa Nord Americana, il concetto di Short-Circuit Current Rating del quadro bordo macchina entra nella terminologia IEC ed Europea. Il Paragrafo 7.10 della nuova edizione richiede che il costruttore dell'equipaggiamento elettrico ne calcoli l'SCCR
  5. Sono state aggiornate le richieste normative per i collegamenti equipotenziali, un punto sempre oggetto di discussione come per esempio se il basamento del macchinario va collegato a terra.
  6. Sono più chiare le metodologia per la protezione dai contatti indiretti, come nel caso per esempio di utilizzo di un azionamento, situazione nella quale l'impedenza dell'anello di guasto è impossibile da misurare. Oppure si è chiarito l'utilizzo di protezioni magnetiche nel caso di sistemi TT.

E poi molto ancora. Non esitate a contattarci per consulenze o formazione su questo tema. GT Engineering partecipa attivamente ai comitati internazionali delle due principali norme per il bordo macchina: IEC 60204-1 e NFPA 79. 

Sicurezza nella robotica collaborativa

Non esiste un "robot collaborativo". Questa è una delle prime dichiarazioni di chi lavora nella robotica collaborativa. Il motivo è che un robot può essere progettato per un compito collaborativo, ma è l'applicazione che rende il "robot collaborativo". Lo standard di riferimento per l'applicazione collaborativa è ISO / TS 15066: 2016 - ROBOT E DISPOSITIVI ROBOTICI - ROBOT COLLABORATIVI Lo standard sarà incluso nella nuova edizione di 2 importanti standard sui robot: ISO 10218-1: Robotica - Requisiti di sicurezza per i sistemi robotizzati in ambiente industriale - Robot ISO 10218-2: R