Brexit e marchio UKCA

Brexit e marchio UKCA

Passaggio al marchio UKCA post-Brexit

Ultima modifica 06/08/2021

Brexit e marchio UKCA

A partire dal 1° gennaio 2021, giorno di entrata in vigore della Brexit, il Regno Unito esce ufficialmente dall’Unione Europea; la marcatura UKCA va a sostituire la precedente marcatura CE sul territorio della Gran Bretagna (Inghilterra, Galles e Scozia).


La tabella seguente chiarisce la terminologia che verrà utilizzata riguardo alla suddivisione legislativa delle Isole Britanniche.
 

BACKGROUND LEGISLATIVO E MODIFICHE

Nel territorio del Regno Unito la legislazione in materia di sicurezza macchine è costituita dal “Supply of Machinery (Safety) Regulation 2008”, recezione nazionale della Direttiva macchine Europea (2006/42/CE); in preparazione alla Brexit, nel 2019 alla Supply of Machinery Regulation sono stati applicati alcuni emendamenti tramite il “Product Safety and Metrology Regulation 2019”. Questi emendamenti eliminano i riferimenti a normative ed enti europei, inseriscono modifiche formali per adattare la regolamentazione al mercato britannico, pongono la lingua inglese come obbligatoria nelle documentazioni (come fascicolo tecnico e manuale d’uso) ed inseriscono le specifiche per la marcatura UKCA.


Per la marcatura UKCA, la verifica dei criteri di sicurezza si affida ai “Designated Standards”. I Designated Standards attualmente (Gen 2021) pubblicati dalle fonti ufficiali coincidono, escluse rare categorie, con le Norme Armonizzate, ed è ragionevole aspettarsi che future modifiche vadano a toccare allo stesso modo entrambe le normative.  I produttori di macchinari marchiati CE possono quindi seguire la medesima procedura di verifica di sicurezza anche per macchinari con marcatura UKCA. 


La Direttiva Europea 2006/42/CE (articolo 5.1) illustra la procedura per l’emissione di un macchinario da parte del fabbricante nel mercato:
•    Verifica dei requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute
•    Predisposizione del fascicolo tecnico di cui all’allegato VII
•    Predisposizione di un adeguato manuale d’uso
•    Verifica della conformità ai sensi dell’Articolo 12
•    Redazione della dichiarazione CE di conformità ai sensi dell’allegato II
•    Marcatura CE.
 

Tale struttura, recepita al paragrafo 7.2 della Supply of Machinery Regulation, rimane sostanzialmente invariata e quindi valida anche per l’applicazione della marcatura UKCA.
 

UTILIZZO DEL MARCHIO UKCA, CE E UKNI

La marcatura CE perde ufficialmente di valore sui territori della Gran Bretagna, per cui tutti i macchinari messi sul mercato britannico devono presentare marcatura UKCA; la certificazione UKCA rimane una auto certificazione per i prodotti contemplati dalla Supply of Machinery (Safety) Regulation 2008 nel caso in cui l’applicazione dei Designated Standards garantisce il rispetto delle norme di sicurezza. Il Regno Unito ha concesso un periodo di transizione, inizialmente con termine al 31 dicembre 2021 ed esteso al 31 dicembre 2022, entro il quale è ancora valida la marcatura CE per l’emissione di macchinari sul proprio mercato. 

Parallelamente, la marcatura UKCA non ha valore sul mercato comunitario europeo, dove tutti i macchinai devono presentare la marcatura CE.

Allo scopo di non ostacolare il traffico merci, l’Irlanda del Nord è sottoposta ad una legislazione particolare.
•    Beni sul mercato Nord Irlanda: necessiteranno sempre della marcatura CE, alla quale può essere accompagnata la marcatura UKNI nel caso la certificazione sia fatta da soggetti terzi posizionati sul territorio del Regno Unito (caso di non autocertificazione); se il soggetto terzo di certificazione è posto sul territorio europeo viene posta solamente la marcatura CE. NB la marcatura CE deve sempre essere presente.
•    Beni nord-Irlandesi sul mercato della Gran Bretagna (accesso senza restrizioni): se facenti parte della lista dei prodotti adatti all’accesso senza restrizioni, necessitano della marcatura CE, accompagnata dalla marcatura UKNI se la dichiarazione è certificata da un ente terzo posizionato nel Regno Unito. Sono beni con accesso senza restrizioni tutti i prodotti fabbricati in Irlanda del Nord ed i prodotti fabbricati nell’Unione Europea con motivato passaggio in Irlanda del Nord (il governo del Regno Unito punta a restringere l’accesso a questa categoria ai soli beni prodotti in Irlanda del Nord entro la fine del 2021).

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ UKCA

La dichiarazione di conformità UKCA va a sostituire la dichiarazione di conformità CE per i prodotti con nuovo marchio. La dichiarazione certifica il rispetto della legislazione specifica del prodotto considerato, la sua struttura rimane simile alla struttura finora utilizzata per la dichiarazione CE:
•    Nome del produttore.
•    Numero seriale del modello e del macchinario singolo.
•    Riferimento alla legislazione ed alle normative competenti; in questo caso i riferimenti a normative europee vengono sostituiti con riferimenti a normative del Regno Unito, e avviene il passaggio da Norme Armonizzate a Designated Standards.
•    Informazioni aggiuntive, se necessarie.
•    Data di dichiarazione e firma del produttore o del delegato.
 

Sicurezza nella robotica collaborativa

Non esiste un "robot collaborativo". Questa è una delle prime dichiarazioni di chi lavora nella robotica collaborativa. Il motivo è che un robot può essere progettato per un compito collaborativo, ma è l'applicazione che rende il "robot collaborativo". Lo standard di riferimento per l'applicazione collaborativa è ISO / TS 15066: 2016 - ROBOT E DISPOSITIVI ROBOTICI - ROBOT COLLABORATIVI Lo standard sarà incluso nella nuova edizione di 2 importanti standard sui robot: ISO 10218-1: Robotica - Requisiti di sicurezza per i sistemi robotizzati in ambiente industriale - Robot ISO 10218-2: R