Prove elettriche obbligatorie per il Nord-America

Prove elettriche obbligatorie per il Nord-America

Ai costruttori di quadri destinati al Nord America spesso non è chiaro a quali prove elettriche sottoporre il proprio prodotto.

IL DUBBIO

Quali sono le prove elettriche obbligatorie per i quadri bordo macchina (Industrial Control Panels) con destinazione USA o Canada?

DI CHE PROVE SI TRATTA?

Prova di continuità interna ai quadri (Effective ground continuity of exposed conductive parts of the assembly): la verifica deve essere eseguita utilizzando uno strumento di misura della resistenza in grado di far circolare almeno 10 A (AC o DC). Tra ogni massa e il terminale del conduttore di protezione (PE) esterno viene fatta scorrere una corrente: la resistenza misurata non deve superare 0,1 Ω. La prova di continuità garantisce la buona realizzazione del sistema di messa a terra del quadro.

Prova di rigidità dielettrica (Dielectric voltage withstand test): ai quadri d'automazione industriale, tipicamente funzionanti a 480 V in Nord America, si deve applicare, per 60 secondi, senza interruzione, tra ciascuna fase e la barra di terra, una tensione di prova pari a 1000 V ac + 2 Vi, dove Vi è la tensione nominale di ingresso. Con Vi = 480 V la tensione di prova è pari a 1960 V per 60 secondi. La prova di rigidità dielettrica può essere effettuata applicando una tensione in DC invece di una tensione in AC, a patto che la tensione utilizzata sia 1,414 volte i valori specificati. 

La prova di rigidità dielettrica assicura il livello di isolamento minimo e può rivelare difetti nell'isolamento (danni meccanici) o la presenza di un materiale estraneo (come l'acqua) che può colmare l'isolamento.

 

CONSIDERAZIONI

Un costruttore di quadri d'automazione è quindi obbligato a fare queste prove per vendere il proprio prodotto in Nord America?

La risposta è che non vi è alcun obbligo delle sopracitate prove per quanto riguarda i quadri destinati agli USA. Per quanto riguarda i quadri destinati al Canada vi è l'obbligo solo della prova di rigidità dielettrica.

Infatti la UL 508A, la norma di prodotto statunitense per i quadri d'automazione (Industrial Control Panels), non prevede alcuna di queste prove.

La NFPA 79, lo Standard elettrico per la sicurezza del bordo macchina in USA, riporta la prova di continuità interno quadro (limite di 0,1 Ω) e la prova dielettrica (Voltage Test), ma non le dichiarara obbligatorie.

La C22.2 N° 14, norma canadese equivalente alla UL 508A, invece, obbliga il costruttore di quadri a sottoporre il proprio prodotto alla sola prova di rigidità dielettrica

Inoltre, dal 6 Gennaio 2022, la C22.2 N° 14 non sarà più il riferimento canadese per il "Panel Shop Program", ovvero quel programma che autorizza quadristi italiani e di altri paesi a costruire quadri di automazione certificati sia per il Canada che per gli stati Uniti. Sarà sostituita dalla C22.2 N° 286, nella quale è presente l'Articolo E.1.2 (Clause 1.2), il quale consente al costruttore di testare il quadro a una tensione del 20% superiore a quelle prima definite per 1 secondo, invece che per 60 secondi. Data una tensione nominale di 480 V, invece di una prova a 1960 Vac per 60 secondi,  è possibile testare a 1960 + 0,2 x 1960 ovvero 2352 Vac per 1 secondo.

Sicurezza nella robotica collaborativa

Non esiste un "robot collaborativo". Questa è una delle prime dichiarazioni di chi lavora nella robotica collaborativa. Il motivo è che un robot può essere progettato per un compito collaborativo, ma è l'applicazione che rende il "robot collaborativo". Lo standard di riferimento per l'applicazione collaborativa è ISO / TS 15066: 2016 - ROBOT E DISPOSITIVI ROBOTICI - ROBOT COLLABORATIVI Lo standard sarà incluso nella nuova edizione di 2 importanti standard sui robot: ISO 10218-1: Robotica - Requisiti di sicurezza per i sistemi robotizzati in ambiente industriale - Robot ISO 10218-2: R