Direttiva ATEX 99/92/CE e Rischi di Esplosione

Direttiva Atex 99/92/CE - Cos'è una Zona Classificata?

La Zona Atex e le sue Classificazioni

Direttiva Atex 99/92/CE - Cos'è una Zona Classificata?

La zona classificata (detta anche zona ATEX) è UN VOLUME FISICO PARTE DI UNA MACCHINA/IMPIANTO O AREA DI LAVORO (può essere l’interno di un serbatoio, silos, un’area esterna ad una macchina, l’intorno di una tubazione) dove È STATA VALUTATA E/O CALCOLATA (applicando opportune metodologie e standard riconosciuti)  la PROBABILE PRESENZA DI ATMOSFERA POTENZIALMENTE ESPLOSIVA (aria+gas/vapori oppure aria+polveri oppure aria+gas/vapori+polveri)

Le aree vengono classificate come segue:

  • Zona 0: Area in cui è presente in permanenza o per lunghi periodi o spesso un'atmosfera esplosiva consistente in una miscela di aria e di sostanze infiammabili sotto forma di gas, vapore o nebbia.
  • Zona 20: Area in cui è presente in permanenza o per lunghi periodi o spesso un'atmosfera esplosiva sotto forma di nube di polvere combustibile nell'aria.
  • Zona 1: Area in cui durante le normali attività è probabile la formazione di un'atmosfera esplosiva consistente in una miscela di aria e di sostanze infiammabili sotto forma di gas, vapori o nebbia.
  • Zona 21: Area in cui occasionalmente durante le normali attività è probabile la formazione di un'atmosfera esplosiva sotto forma di nube di polvere combustibile nell'aria.
  • Zona 2: Area in cui durante le normali attività non è probabile la formazione di un'atmosfera esplosiva consistente in una miscela di aria e di sostanze infiammabili sotto forma di gas, vapore o nebbia e, qualora si verifichi, sia unicamente di breve durata.
  • Zona 22: Area in cui durante le normali attività non è probabile la formazione di un'atmosfera esplosiva sotto forma di nube di polvere combustibile e, qualora si verifichi, sia unicamente di breve durata

Gli impiati elettrici delle Zone 0-20 e 1-21 devono essere sottoposti a verifiche biennali. Le installazioni elettriche nelle Zone 2-22 NON sono sottoposte a verifiche periodiche.

Procedimento generale di classificazione

Il procedimento generale per poter classificare una Zona ATEX e quindi stabilirne la pericolosità e le apparecchiature idonee che potranno essere utilizzate al suo interno, è il seguente:

  • Studio delle sostanze trattate: caratteristiche chimico-fisiche delle sostanze, temperature e pressioni massime alle quali le sostanze vengono a trovarsi, modalità con le quali vengono utilizzate nel processo produttivo, ecc.
  • Studio ambientale: ipotizzare caratteristiche geometriche locali, caratteristiche ventilazione dei locali e macchine, temperature e pressioni ambiente, ecc.
  • Individuazione e analisi delle sorgenti di emissione: stabilire il grado di emissione delle sorgenti. Ovvero, studiare le modalità e la quantità con le quali le sostanze vengono emesse.
  • Classificazione del tipo di Zona: sulla base dei procedimenti suggeriti dalle norme, individuazione del tipo, forma ed estensione delle zone pericolose.

Sicurezza nella robotica collaborativa

Non esiste un "robot collaborativo". Questa è una delle prime dichiarazioni di chi lavora nella robotica collaborativa. Il motivo è che un robot può essere progettato per un compito collaborativo, ma è l'applicazione che rende il "robot collaborativo". Lo standard di riferimento per l'appli